Le mie recensioni

“STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI” di Markus Zusak

26 febbraio 2017
COVER

STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI – di Markus Zusak – ROMANZO

La storia di questo intenso e struggente romanzo, è ambientata nella Germania nazista. Siamo nel 1939 in un momento storico in cui tutto il Paese sta vivendo una fase difficile per via dell’avvicinarsi della Seconda guerra mondiale e della persecuzione degli ebrei.

Ho trovato molto interessante la costruzione narrativa di questo romanzo. Il narratore della storia è davvero insolito ed originale: si tratta della Morte. Ed anch’essa è un personaggio, non cupo, come si potrebbe immaginare ma, al contrario, chiacchierona e partecipe delle sofferenze degli esseri umani con cui viene a contatto. Sarà lei a raccontarci per filo e per segno la storia di Liesel Meminger, la “ladra di libri”, una bambina povera che viene affidata ad una coppia di tedeschi molto buoni, che si prenderanno cura di lei con amore, nonostante la situazione di miseria in cui vivono e la difficile situazione politica. Sono infatti tedeschi che non condividono le idee naziste anzi, cercano anche di aiutare il più possibile gli ebrei loro amici.

La storia che ci racconta la Morte percorre questi anni difficili nella Germania dell’epoca, facendoci un ritratto preciso di come il popolo tedesco vivesse nella paura e nell’incertezza, vittima di una politica di terrore e sottomissione.

Liesel è una ragazzina di undici anni quando viene accolta nella casa di Hans e Rosa Hubermann;  ha un grande amore per i libri, ma non sa ancora leggere. Sarà il suo padre adottivo ad insegnarglielo. I libri diventano per lei l’oggetto più importante del mondo, e le parole in essi contenute un talismano contro il dolore e le ingiustizie della vita.

Sono molto toccanti le storie dei vari personaggi che incontriamo in questo libro. Tutte vittime delle idee e delle parole malate di un Führer che alla fine cadrà anche lui nelle braccia della Narratrice della storia.

Questo libro non può non commuovere; è di una bellezza unica e profondamente poetico. E’ meraviglioso il legame tra Liesel e il suo papà adottivo, tra lei e il suo migliore amico Rudy, tra lei e Max, il ragazzo ebreo amico di famiglia.

Nel romanzo vengono raccontati anche diversi libri, due dei quali attraverso bellissime illustrazioni. Sono due storie scritte dall’ebreo Max, amico fraterno di Liesel e della sua famiglia, paradossalmente scritte sulle pagine strappate e verniciate di bianco del “Mein Kampf” di A. Hitler. A dimostrazione di come anche le cose più brutte possano trasformasi in qualcosa di meraviglioso, se intinte nell’amore.

Storia di una ladra di libri, Frassinelli, 562 pagg., 16,90 euro, traduzione di Gian M. Giughese, illustrazioni di Trudy White

IL MIO GIUDIZIO :

L’autore: Markus Zusak è nato nel 1975 a Sydney, in Australia, dove vive con la moglie e i due figli. Ha scritto cinque romanzi tra cui il bestseller mondiale Storia di una ladra di libri, tradotto in più di quaranta lingue.

“STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI” di Markus Zusak il 26 febbraio 2017 votato 5.0su 5

You Might Also Like

No Lovely Comments

Lascia un commento